comunicati di solidarietà ed adesione

Siamo al fianco della Campania in lotta.

Il movimento No Inc di Palermo e della Sicilia tutta, si schiera decisamente al fianco delle popolazioni campane impegnate in una dura lotta per la difesa dell’ambiente e della salute collettiva, e condivide totalmente il comunicato del Coordinamento Regionale Rifiuti della Campania. (allegato a seguire)

Di fronte alla violenza delle forze dell’ordine nei giorni scorsi contro l’opposizione pacifica, ma determinata della gente di Chiaiano, che non vuole una discarica rifiuti in un territorio naturale e agricolo limitrofo alle abitazioni, è necessario fare fronte comune. Chi si batte contro la realizzazione di impianti inquinanti e pericolosi, come gli inceneritori o i rigassificatori, o contro grandi opere a rischio d’impatto ambientale negativo, come il Ponte sullo stretto o la Tav o le basi militari di Vicenza e di Sigonella, o contro la privatizzazione dell’acqua, corre oggi lo stesso rischio dei cittadini di Chiaiano. In pratica tutti i comitati civici che hanno come unica fede la difesa del bene pubblico e lo sviluppo dei territori in maniera corretta e sostenibile sono, con la politica dichiarata del nuovo governo Berlusconi, non strumenti di confronto e valutazione delle problematiche relative ad ogni specifico territorio, ma dei fastidiosi ostacoli da schiacciare con il caterpillar di una dura invocata intransigente fermezza. Questo ciò che dichiaratamente vorrebbe il nuovo Potere di stampo xenofobo che già ha dato i primi assaggi di una politica illiberale e antidemocratica, predisponendo anche gli strumenti repressivi, come quelli della criminalizzazione dei manifestanti, o del segreto di stato per fare i propri comodi nelle questioni scottanti dell’energia e delle infrastrutture, o della recrudescenza di azioni contro Rom ed extracomunitari additati come unici responsabili di un problema sicurezza, ingigantito e strumentalizzato da una campagna mediatica ad hoc. Ma non è detto che gli riesca tanto facilmente. Una prima significativa vittoria, con uno stop di prudenza e valutazione da parte del riemerso Bertolaso, c’è stata nelle ultime ore in conseguenza delle barricate di Chiaiano, anche se ovviamente siamo solo all’inizio di un durissimo braccio di ferro, che potrebbe avere perfino conseguenze molto tragiche. A questo si aggiunge anche l’intervento della magistratura con l’arresto e l’incriminazione di 25 eccellenti personaggi, dirigenti e responsabili vari, tra cui la vice di Bertolaso, tutti implicati nel sistema dell’emergenza che ha ridotto la Campania nella stato in cui si trova.

Di fronte quindi al deciso proposito governativo di portare avanti tutti i progetti che interessano logiche di mercato liberiste e neocapitaliste, solo debolmente e ipocritamente contrastate da una opposizione complice e subalterna, le popolazioni sono esposte a rischi d’ogni genere e di diversa gravità e l’unico baluardo potrà venire dal variegato arcipelago dei movimenti antagonisti, se sarà in grado di realizzare, oltre ad una concreta solidarietà partecipata, un’ampia e determinata unità d’azione. Conseguentemente il movimento No Inc siciliano aderisce fattivamente alla manifestazione del 1 giugno, operandosi per realizzare anche nella nostra regione una giornata di mobilitazione.

Comitato No Inc- Palermo

 ______________________________________________________________________

ASSEMBLEA PERMANENTE NOMOSE di Venezia COMUNICATO STAMPA

L’Assemblea Permanente NoMose, nell’ottica del Patto di Mutuo Soccorso tra le popolazioni e i comitati in lotta per la difesa della salute e dei beni comuni, parteciperà domenica 1 giugno alla grande manifestazione a Chiaiano a Napoli. Questo a sostegno delle popolazione campane che stanno resistendo all’arroganza di un potere che vuole imporre discariche ed inceneritori nocivi, dopo aver per quindici anni lucrato, anche illegalmente, – come dimostrano le inchieste giudiziarie passate e di questi giorni – sulla emergenza rifiuti, invece di affrontare il ciclo dei rifiuti in modo alternativo basato sul riciclaggio e sulla drastica riduzione della produzione di rifiuti stessi. La risposta alla lotta dal basso dei cittadini è la solita: repressione, militarizzazione dei siti individuati per le discariche, botte e feriti, appalti per milioni di euro alle solite imprese per costruire inceneritori. Imprese come l’Impregilo già sotto inchiesta per lo scandalo delle ecoballe da bruciare nell’inceneritore di Acerra. Quella stessa Impregilo s.p.a. che è stata tra i fondatori del Consorzio Venezia Nuova, il potente pool di imprese che sta realizzando le opere preliminare al Mose nella laguna di Venezia e che poi se ne è uscita vendendo la sua quota alla Mantovani s.p.a., la monopolista di riferimento del governatore Galan per tutte le grandi opere in Veneto. TUTTI A CHIAIANO DOMENICA 1 GIUGNO PER PRENOTARE IL POSTO IN AUTOBUSTELEFONARE AL 3468837969 Venezia, 28 maggio 2008

_______________________________________________________________

Il PMLI Campania

Il PMLI.Campania aderisce e invita a partecipare alla Manifestazione Nazionale – per il prossimo 1 Giugno – con concentramento alle ore 16 presso il piazzale della Metropolitana di Chiaiano – indetta dai Comitati in difesa delle cave di Chiaiano Reti campane contro la devastazione ambientale Noi marxisti-leninisti rimarremo risolutamente al fianco delle popolazioni in lotta sino alla completa vittoria, ossia impedire che le cave di Chiaiano si trasformino in una bomba ecologica nell’unico polmone verde della città. Inoltre continueremo la lotta insieme ai Comitati per la difesa della salute e dell’ambiente contro le logiche di devastazione ambientale basate sulle megadiscariche di veleni e l’incenerimento, per la creazione di un piano regionale sui rifiuti basato sulla riduzione a monte dei rifiuti e la raccolta differenziata porta a porta verso una strategia rifiuti zero Napoli, 29 maggio 2008 PARTITO MARXISTA-LENINISTA ITALIANO. Campania – mail:[email protected]

patto  mutuo soccorso Solidarietà con le popolazioni di Chiaiano
_____________________________________________________________

Solidarietà con le popolazioni di Chiaiano Centro Occupato Autogestito T28

ESPRIMIAMO LA NOSTRA SOLIDARIETA’ AI COMPAGNI E ALLE COMPAGNE COLPITIE DALLA BRUTALE REPRESSIONE PER ESSERSI GIUSTAMENTE OPPOSTIE ALLA COSTRUZIONE DELLA DISCARICAORA E SEMPRE RESISTENZA! LA LOTTA PAGA! Centro Occupato Autogestito T28 via dei Transiti 28 Milano

___________________________________________________________________________

diamo con piacere la nostra adesione alla manifestazione ed esprimiamo la nostra più sincera solidarietà con la vostra lotta.un abbraccio, a presto

Collettivo Spamstudenti precari autorganizzati in movimento

___________________________________________________________________________

Coordinamento nord sud del mondo di Milano

Solidarietà con le popolazioni di Chiaiano L”assemblea delle realtà del Patto di Mutuo Soccorso riunite a Riace esprime solidarietà alle popolazioni di Napoli colpite dalla pesante repressione che tenta di fiaccare una resistenza determinata nel difendere la propria salute, i beni comuni e il diritto dei  cittadini ad essere partecipi delle scelte che li coinvolgono e non sudditi e vittime dell’abbraccio tra politica, poteri forti e criminalità organizzata. Come già in passato il Patto di Mutuo Soccorso saprà manifestare gesti di sostegno concreto alle popolazioni di Chiaiano e delle altre zone interessate che stanno sperimentando sulla propria pelle la volontà del nuovo governo di mantenere le promesse elettorali in tema di sicurezza ordine pubblico e annullamento di ogni spazio di democrazia partecipata. In questo quadro l’assemblea si impegna : 1) a promuovere ed articolare nei singoli territori mobilitazioni in sostegno delle resistenze di Napoli ; 2) a mobilitare quante più forze possibili per la riuscita della manifestazione di domenica 1° giugno a Chiaiano, contro l’ulteriore coercitivo “ piano rifiuti” lesivo della salute e dell’ambiente.

RIACE, 25maggio 2008
_________________________________________________________________________________________________

I/LE COMPAGN@ DEL C.S.().A IL MOLINO LUGANO (Svizzera)
SOLIDARIETA’ E SOSTEGNO A COMPAGN@ E AMBIENTALIST@ [email protected] seguendo da tempo la questione della resistenza popolare a Napoli e in Campania e vogliamo anche noi esprimere la nostra solidarietà soprattutto a chi in questo momento continua a presidiare il sito di Chiaiano. La tolleranza zero, la violenta repressione decisa dal governo italiano, e condivisa dall’opposizione, pesa sulle spalle di chi non vuole barattare il diritto alla salute con la distruzione del proprio territorio. Napoli è stata in questi giorni teatro di altre vicende, strumentalizzate dall’informazione che cerca di farla apparire una città ormai allo sbando dove solo l’intervento dell’esercito può riportare la “pace sociale”. Ci riferiamo alle notizie che abbiamo sentito qualche giorno fa riguardo alla devastazione del campo Rom nel quartiere Ponticelli, dove anche la camorra utilizza la necessità della gente di creare nemici altri, per ottenere i propri interessi. Oggi, in Europa, assistiamo ad un fascismo rinnovato e che va man mano consolidandosi creando consensi attraverso xenofobia e relativi capri espiatori.Solidarietà dalla Svizzera, paese che vanta il negativo primato di politiche migratorie restrittive, recentemente inasprite, e dove forte è il rischio di assistere ad un ulteriore peggioramento delle stesse. La politica istituzionale, partecipe o silente, asseconda una propaganda xenofoba, volta a costruire una cultura del razzismo. Sentiamo il bisogno di esprimere solidarietà a chi direttamente vive le conseguenze di questo nuovo fascismo.Napoli e il Ticino, uniti nella munnezza!Rifiutiamo la costruzione di nuove discariche in un territorio maltrattato da decenni di abusi. Rifiutiamo la costruzione di inceneritori che, come in Ticino, provocheranno una maggiore presenza di polveri fini e costituiranno la premessa per evitare di risolvere il vero problema: la riduzione dei rifiuti alla fonte. Occorre smetterla di credere al progresso infinito e ad una crescita illimitata, occorre rimettere in discussione in profondità il nostro modo di consumare, di produrre di muoverci e soprattutto di intendere i rapporti fra le persone.Una risposta calata dall’alto c’è!Esercito, territori presidiati dai militari, leggi repressive per chi dissente. Manganelli e carri armati per ingrassare attraverso appalti milionari i soliti noti, per questo vogliamo ribadire il nostro pieno appoggio e solidarieta’ a tutt@ quell@ che in questo momento stanno lottando in difesa dei propri territori e per condizioni di vita più dignitose. La scelta di vivere in una terra per anni violentata dagli abusi del potere, va sostenuta fino alla fine. Siamo tutt@ con voi, per reclamare il diritto ad un futuro migliore e per sostenere ogni tipo di rivolta autorganizzata dal basso.SOLIDARIETA’ ALLE/AGLI ARRESTATI.SOLIDARIETA’ ALLE POPOLAZIONI CAMPANESOLIDARIETA’ AL POPOLO ROMCONTRO OGNI TIPO DI FASCISMOINTERNAZIONALIZZIAMO LE LOTTE!I/LE COMPAGN@ DEL C.S.().A IL MOLINO – LUGANO (Svizzera)

Source: http://www.wsv.org.au

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>